Santa Maria de Sants a Barcellona.

Santa Maria de Sants

Nel 1820 si demolì l’antica chiesetta romanica di Sants per far posto ad un tempio neoclassico, progettato da Francesc Renart i Arús, che venne consacrato nel 1827 e che si caratterizzava per il suo campanile spigoloso, alto circa settanta metri. Questa chiesa fu bruciata e distrutta nel 1936.

Dopo la Guerra Civile fu costruita una nuova chiesa. I lavori iniziarono nel 1940, ma furono completati solo nel 1965. L’edificio è a tre navate e, nonostante i progressi del tempo, è ancora di ispirazione Noucentista. La facciata principale proietta la classica struttura basilicale, ma forma un grande blocco privo di aperture ad eccezione delle tre porte, molto semplici, e di un piccolo rosone.

La sensazione di opacità e monotonia è stata risolta con il ricorso ai graffiti, di ispirazione classicista e catalana, che adornano l’intera facciata. Originale la posizione laterale della torre campanaria, con le tre campane a vista.

 

Tipologia: Edificio religioso
Periodo: 1940-1975
Stile: Noucentisme
Autore: Raimon Duran i Reynals
Indirizzo: Plaça Bonet i Muixí

 

Torna su