Uno scorcio del Mercato di Sants a Barcellona.

Mercato di Sants

Progettato dall’architetto municipale Pere Falqués, fu costruito tra il 1898 e il 1913, poco dopo la definitiva aggregazione di Sants al comune di Barcellona. Si compone di tre navate che occupano un intero isolato, realizzate con mattoni a vista e copertura a due falde con aggetti in ferro e lamiera grecata in fibrocemento.

La superficie totale è di circa 4.500 mq. Esternamente, la composizione dei prospetti forma un insieme di volumi basati su rientranze sulle pareti aggettanti e sui pilastri, di diverse altezze, che scandiscono il ritmo delle navate e delle vetrate, strette e continue. L’uso del mattone a vista è dominante, ma la sua monotonia viene rotta con fregi e decorazioni dove l’uso della ceramica smaltata porta vivacità e colore.

L’architetto ha scelto di seguire un linguaggio architettonico lontano dal tipico modernismo e che risulta molto vicino a quello utilizzato da Arnau Calvet nel contemporaneo Mercato di Sarrià, che in qualche modo riprende lo stile degli edifici realizzati per l’Esposizione Universale del 1888, epoca della formazione accademica di Falqués.

 

Tipologia: Mercato coperto
Periodo: 1888-1910
Stile: Modernista
Autore: Pere Falqués Urpí
Indirizzo: Carrer Sant Jordi, 6 – Carrer Càceres, 1 – Carrer Daoiz i Velarde, 10
Quartiere: Sants
Distretto: Sants-Montjuïc
Classificazione: Bene Culturale di Interesse Locale

 

Torna su