La Casa de la Lactancia sulla Gran Via, a Barcellona.

Casa de la Lactància

Tipologia: Edificio pubblico
Periodo: 1911-1929
Stile: Modernista
Autore: Antoni de Falguera i Sivilla
Indirizzo: Gran Via de les Corts Catalanes, 475-477
Zona: L’Escorxador (Eixample)
Interesse: Dichiarato di speciale interesse

 

Edificio costruito tra il 1908 e il 1913, su progetto di Antoni de Falguera. Pere Falqués ha diretto i lavori. Questo edificio era destinato ad ospitare l’allattamento al seno dei neonati. Nel 1968 subì modifiche per trasformarlo in una clinica di ostetricia. Attualmente è una casa di cura.
Si compone di seminterrato, piano terra e primo piano.

La facciata è ispirata a motivi gotici ed è presieduta da un gruppo scultoreo, opera di Eusebi Arnau, che rappresenta un’allegoria dell’allattamento, dove è presente anche lo stemma della città di Barcellona realizzato in ceramica invetriata. Il portone d’ingresso e le decorazioni interne, realizzate con con lastre, vetrate colorate e mosaici modernisti, opera di Lluís Bru, sono molto interessanti.

 

Il fregio con l'allegoria dell'allattamento sulla facciata della Casa de la Lactancia.
L’allegoria dell’allattamento di Eusebi Arnau sulla facciata della Casa de la Lactància

 

Secondo Lluís Permanyer, questa casa è ispirata e rende omaggio al Museo Estruch, annesso alla casa che Josep Estruch i Cumella avevano nell’attuale Plaça de Catalunya. Entrambi gli edifici, opera del capomastro Jaume Barnadas i Mir e rispettivamente del 1887 e 1888, furono demoliti per realizzare lo spazio centrale della piazza.

Il Museo Estruch ospitava la collezione di armi di Ramon Estruch i Ferrer, il padre di Josep, un politico progressista e uno dei fondatori del Banco de Barcelona. L’intera collezione oggi si trova a Parigi, acquistato da Georges Pauilhac.

 

Le vetrate moderniste de la Casa de la Lactancia.
Le splendide vetrate moderniste della Casa de la Lactància

 

Torna su