La basilica della Sagrada Familia di Gaudì.

La Basilica della Sagrada Familia

È sicuramente l’opera più nota di Gaudí e l’icona architettonica indiscussa di Barcellona. Le sue origini risalgono al 1881 quando, con il denaro raccolto grazie a donazioni, si iniziarono ad acquistare dei terreni per la costruzione di quello che sarebbe dovuto essere un vero e proprio tempio espiatorio.

Il primo progetto neogotico fu realizzato da Francesc de Paula del Villar, e i lavori iniziarono nel 1882.

L’anno successivo, Antoni Gaudí sostituì Villar e rifece il progetto da cima a fondo, concependo un nuovo tempio di estrema originalità ispirato alla sua idea di naturalismo simbolista (che la maggior parte della critica associa al Modernismo). L’edificio, innalzato sopra la cripta, ha pianta basilicale a croce latina con cinque navate, transetto a tre navate, abside con deambulatorio e sette cappelle poligonali.

Tra il 1903 e il 1926, anno della morte di Gaudí, furono erette le quattro torri della facciata della Natività, situate sul versante di Carrer Marina, con tre grandi portali dedicati alla Speranza, alla Carità e alla Fede.

Dopo la morte di Gaudí, i lavori sono proseguiti sotto la direzione di architetti come Domènec Sugrañes, Francesc de P. Quintana, Isidre Puig Boada, Lluís Bonet Garí e Jordi Bonet Armengol, che hanno rispettato il progetto originale di Gaudí e hanno adattato i dettagli ornamentali alle nuove tendenze artistiche.

In questo ambito è stato particolarmente significativo il contributo dello scultore Josep M. Subirachs, autore della facciata della Passione.

Il tempio della Sagrada Familia è stato consacrato come basilica da Papa Benedetto XVI il 7 novembre 2010.

 

Tipologia: Edificio religioso
Periodo: 1888-1910
Stile: Modernista / Neogotico
Autore: Antoni Gaudí Cornet
Indirizzo: Carrer Mallorca, 401
Zona: Sagrada Familia (Eixample)
Classificazione: Bene Culturale di Interesse Locale e Bene Culturale di Interesse Nazionale

 

Torna su