Un pezzo delle mura romane a Barcellona.

Itinerario della Barcellona Romana

Barcellona conserva resti importanti del suo passato romano. Un itinerario per il quartiere antico della città ci avvicinerà, senza dubbio, alla originaria Barcino: il nucleo dal quale si generò la metropoli attuale.

 

 

Il Museu d’Historia de la Ciutat e i resti sotto Plaza del Rei

Iniziamo l’itinerario nel Museu d’Historia de la Ciutat, che si trova in Plaza del Rei. Per iniziare, visitiamo le sale con i resti degli insediamenti neolitici e dell’età del bronzo di Sant Pau del Camp; la collezione di oggetti e il mosaico e la pittura murale di una casa romana del secolo IV, oltre che una splendida collezione di ritratti romani.

Nel sottosuolo della piazza e degli edifici che la delimitano giace l’insieme di resti più importanti dell’originaria città romana.

Questo sito archeologico, che si congiunge con quello che si trova sotto Plaza de Sant Iu e Calle del Comtes, è formato da resti di edifici romani, paleocristiani –  la basilica e il battistero dei secoli V e VII –  e dai resti della Cattedrale romanica del secolo XI e da un palazzo dell’Alto Medioevo dei secoli VIII – X.

 

I resti degli edifici romani sotto Plaza del Rei.

 

Le Mura Romane e il Tempio di Augusto

Prima di lasciare il museo saliamo fino al primo piano da cui si può accedere alle mura romane. Quindi, usciamo di nuovo su Plaza del Rei e da qui andiamo al numero 10 di Calle Paradis, attualmente sede del Centre Excursionista  de Calanunya, dove al suo interno potremo ammirare quattro colonne scanalate sopra un piedistallo e con capitelli corinzi appartenenti a uno degli angoli posteriori del Tempio di Augusto del primo secolo dopo Cristo.

Quindi andiamo a cercare la Calle del Bisbe e la percorriamo fino alla Placa Nova. In questa piazza possiamo ammirare una delle antiche porte delle mura romane con due torrioni a pianta circolare. All’interno della torre sul lato sinistro si può vedere l’ultima arcata degli acquedotti che servivano la città.

Andando oltre il portale e seguendo la Avenida de la Catedral possiamo iniziare un percorso circolare che ci permetterà di vedere frammenti delle mura risalenti al basso impero e alcune torri. Si crede che la seconda cerchia di mura, che si innalzò nel secolo V, fosse costruita sopra l’originaria, abbracciando lo stesso recinto urbano di 10 ettari.

Questa seconda cerchia di mura contava 74 Torri e 4 porte, e aveva un perimetro rettangolare di più di un chilometro e mezzo.

 

Le colonne del Tempio di Augusto a Barcellona.

 

La Necropoli di Plaza Vila de Madrid

Il percorso continua per la Calle Tapineria, Plaza Ramon Berenguer el Gran, Calle Sots-tinent Navarro, Plaza dels Traginers, le Calles del Correu Vell e Regomir, Pati Llimona, le Calles de Avinyò, del Call, Banys Nous e de la Palla, fino ad arrivare di nuovo a Placa Nova.

Nella Calle Duran i Bass possiamo vedere quattro archi su pilastri che appartenevano a uno degli acquedotti della città e, nella Plaza Vila de Madrid, c’è una necropoli, con sepolture risalenti ai secoli I e III d.C.

 

Alcune tombe romane in Plaza Vila de Madrid.

 

Torna su