Il cimitero di Les Corts a Barcellona.

Cimitero di Les Corts

Les Corts divenne un Comune autonomo quando si separò da Sarrià, nel 1836. Fra i principali promotori di questa “indipendenza”, nonchè primo sindaco, fu Vicenç Cuyàs.

Questi cedette alcuni terreni di sua proprietà – situati dove ora si trova l’obitorio – per costruire il primo cimitero di Les Corts, progettato (si ritiene) da Josep Oriol Mestres in modo che ricordasse un tempio egizio. Questo primo cimitero fu ampliato nel 1885, sul lato ovest, dove ancora oggi si possono vedere le cappelle più antiche.

Nonostante l’ampliamento del 1885, la popolazione del comune aumentò notevolmente e ciò rese necessaria la realizzazione di un nuovo cimitero. Alcune fonti indicano che fu inaugurato nel 1897, anche se non esiste alcun documento che lo provi. Quello che è noto è che, nel 1913, fu realizzata un’importante ristrutturazione progettata da Pere Falqués, con l’aiuto di Agustí Domingo Verdaguer, che lo sostituì alla sua morte nel 1916.

Tutti gli edifici e le strutture realizzate in occasione di questi interventi rispondono all’estetica modernista, ancora in vigore a quel tempo. Successivamente sono stati effettuati nuovi ampliamenti e, nel 1993, è stata costruito un moderno obitorio, opera di Marina Salvador.

Un giro del cimitero permette di ammirare tombe e mausolei di varie epoche e stili, alcune delle quali con gruppi scultorei di grande pregio. Di particolare rilievo è la grande tomba del mausoleo dove riposano i resti dei soldati caduti durante le guerre a Cuba e nelle Filippine. C’è anche una sezione separata che ospita un cimitero ebraico.

 

Tipologia: Arte funeraria
Periodo: XIX Secolo
Indirizzo: Avinguda Joan XXIII
Quartiere: La Maternitat i Sant Ramon
Distretto: Les Corts
Classificazione: Bene Culturale di Interesse Locale

 

Torna su